martedì 20 dicembre 2016

Teaser Tuesday/104

Il Teaser Tuesday è stato inventato dal blog Should be reading (ora trasferito su A daily rhythm). Le regole sono le seguenti:

1. prendi il libro che stai leggendo
2. aprilo a una pagina a caso
3. copia uno spezzone della pagina (senza fare spoiler!), riportando anche titolo e autore.
Naturalmente potete scrivere nei commenti qui sotto il vostro teaser.

Ecco il teaser di questa settimana:

Alle due del pomeriggio il Riffa aveva deciso di chiudere bottega.
L’incasso era l’equivalente di quattro paia di ciabatte, un paio di scarpe con la suola di para e i famosi scarponcini scamosciati che non aveva riscosso, e non avrebbe riscosso mai più.
Perché lui era un signore!

Andrea Vitali – Viva più che mai

martedì 22 novembre 2016

Teaser Tuesday/103

Il Teaser Tuesday è stato inventato dal blog Should be reading (ora trasferito su A daily rhythm). Le regole sono le seguenti:
1. prendi il libro che stai leggendo
2. aprilo a una pagina a caso
3. copia uno spezzone della pagina (senza fare spoiler!), riportando anche titolo e autore.
Naturalmente potete scrivere nei commenti qui sotto il vostro teaser.

Ecco il teaser di questa settimana:
Ma anche Miss Tarabotti era sorpresa. Queste entità soprannaturali, che fossero vampiri, lupi mannari o semplicemente fantasmi, esistevano solo perché dotati di un eccesso di anima, che si rifiutava di morire.
Gail Carriger – Soulless (Il protettorato del parasole/Un’avventura di Alexia Tarabotti #1)

lunedì 14 novembre 2016

Davide

Ok, allora ecco la notizia. Non è esattamente una mega notizia, e chi mi ha tra gli amici di Face già lo sa, comunque sto con Davide. Quel Davide con cui andavo a camminare, quello di Mario Galaxy e delle ripetizioni.
E niente, ora lo sapete.

martedì 25 ottobre 2016

Teaser Tuesday/102

Il Teaser Tuesday è stato inventato dal blog Should be reading (ora trasferito su A daily rhythm). Le regole sono le seguenti:
1. prendi il libro che stai leggendo
2. aprilo a una pagina a caso
3. copia uno spezzone della pagina (senza fare spoiler!), riportando anche titolo e autore.
Naturalmente potete scrivere nei commenti qui sotto il vostro teaser.

Ecco il teaser di questa settimana:
Non sono mai stata così sperduta, confusa e sola. No, del liceo non avrò mai un bel ricordo. Una volta la mamma mi ha detto che il mondo si divide in due categorie di persone: quelli che adorano gli anni delle superiori, e quelli che passano il decennio successivo a riprendersi. Quello che non ti ammazza ti fortifica, diceva. Ma qualcosa l’ha uccisa, e io non sono diventata più forte. Per cui, guarda un po’, magari esiste una terza categoria di persone: quelli che dalle superiori non si riprendono mai.
Julie Buxbaum – Dimmi tre segreti

sabato 15 ottobre 2016

27

Ebbene, anche quest'anno siamo al level up (come mi ha detto l'anno scorso una mia amica, postandomi su Face una foto di Super Mario con fungo 1up).
Ieri mi sono fatta una sacher , perché sì sono dimagrita (e sono felice), ma al mio compleanno non intendo privarmi del dolce.

martedì 11 ottobre 2016

Teaser Tuesday/101

Il Teaser Tuesday è stato inventato dal blog Should be reading (ora trasferito su A daily rhythm). Le regole sono le seguenti:
1. prendi il libro che stai leggendo
2. aprilo a una pagina a caso
3. copia uno spezzone della pagina (senza fare spoiler!), riportando anche titolo e autore.
Naturalmente potete scrivere nei commenti qui sotto il vostro teaser.

Ecco il teaser di questa settimana:

Quella notte sognai un bambino-ghepardo con i superpoteri. Se era speciale, forse aveva dei superpoteri. Uau, pensai nel sogno. Mio fratello sapeva volare. Mio fratello aveva tre anni ed era velocissimo, aveva i bicipiti di un culturista e le spalle di un giocatore di rugby. Io ero intrappolato in un incendio e lui s’infilava tra le fiamme per tirarmi fuori.
Giacomo Mazzariol - Mio fratello rincorre i dinosauri

sabato 1 ottobre 2016

Recensioni lampo (agosto e settembre)

Scusate se non ho scritto niente, ma solo caricarli tutti con la connessione dimmerda mi ha fatto sbarellare.
Attenzione: possibili anticipazioni sulle trame.
Kathy Reichs - Le ossa non mentono (Tempe Brennan #17)  
Kathy Reichs - La verità delle ossa (Tempe Brennan #18)  
Teaser tuesday qui.
Kevin Brooks - Naked  
Leonie Swann - Glennkill (Sheep detective story #1)  
teaser tuesday qui.
Jojo Moyes - Dopo di te (Io prima di te #2)  
Teaser tuesday qui.
Kami Garcia, Margaret Stohl - La diciassettesima luna (Caster chronicles #2)  
Sergej Luk'janenko, Vladimir Vasilev - I guardiani del giorno (Guardiani #2)  
Brian Selznick - Il tesoro dei Marvel  
Teaser tuesday qui.
Charlie N. Holmberg - Master magician (Paper magician #3)  
Matteo Mazzuca - La clessidra del potere (L'ultimo pirata #1)  
Colin Meloy - Wildwood (Wildwood #1)  
James Dashner - La via di fuga (The maze runner #2)  
James Dashner - La rivelazione (The maze runner #3)  
Scott Westerfeld - Perfetti (Brutti #2)  
Scott Westerfeld - Speciali (Brutti #3)  
Martyn Bedford - Tutta la verità su Gloria Ellis  

martedì 20 settembre 2016

Teaser Tuesday/100

Niente paura, non sono morta, anche se il blog langue da quasi un mese. la verità è che la connessione dimmerda ce la mette tutta per non farmi connettere, e che quando inizia a bloccarsi mi passa anche la voglia di stare a vedere se ce la farà (infatti ho ancora in bozza le recensioni lampo di agosto, che ormai andranno insieme a quelle di settembre alla fine del mese, perché almeno faccio un lavoro unico).

Il Teaser Tuesday è stato inventato dal blog Should be reading (ora trasferito su A daily rhythm). Le regole sono le seguenti:
1. prendi il libro che stai leggendo
2. aprilo a una pagina a caso
3. copia uno spezzone della pagina (senza fare spoiler!), riportando anche titolo e autore.
Naturalmente potete scrivere nei commenti qui sotto il vostro teaser.

Ecco il teaser di questa settimana:
Camminarono faticosamente verso casa. Il terreno nudo scintillava di brina sotto la luna e il vento freddo era tagliente sulla pelle, dopo il caldo intenso del fuoco. Era una notte splendida, ma Tally non riusciva a non chiedersi cosa stesse succedendo nella testa di Zane. Si trattava di un effetto collaterale della cura? O era il segnale che qualcosa era andato storto e la faccenda era grave?
Scott Westerfeld – Perfetti (Beauty #2)

martedì 30 agosto 2016

Teaser Tuesday/99

Il Teaser Tuesday è stato inventato dal blog Should be reading (ora trasferito su A daily rhythm). Le regole sono le seguenti:
1. prendi il libro che stai leggendo
2. aprilo a una pagina a caso
3. copia uno spezzone della pagina (senza fare spoiler!), riportando anche titolo e autore.
Naturalmente potete scrivere nei commenti qui sotto il vostro teaser.

Ecco il teaser di questa settimana:

Joseph annuì e corse giù in cucina. Il bollitore era pesante, ma riuscì a riempirlo d’acqua e a portarlo fino alla stufa. Mentre aspettava, curiosò un po’ attorno, aprendo ante e cassetti. Scoprì una scatola di ceramica blu e bianca nascosta in un angolo, dietro a barattoli di zucchero e sale. Le parole AUT VISUM AUT NON erano dipinte sul coperchio.
"O lo vedi, o non lo vedi".
Quelle parole stavano cominciando a suonare come una minaccia. Cosa non vedeva, esattamente?
Brian Selznick – Il tesoro dei Marvel

martedì 23 agosto 2016

Teaser Tuesday/98

Il Teaser Tuesday è stato inventato dal blog Should be reading (ora trasferito su A daily rhythm). Le regole sono le seguenti:

1. prendi il libro che stai leggendo
2. aprilo a una pagina a caso
3. copia uno spezzone della pagina (senza fare spoiler!), riportando anche titolo e autore.
Naturalmente potete scrivere nei commenti qui sotto il vostro teaser.

Ecco il teaser di questa settimana:
Quella settimana il gruppo di sostegno si era un po' sfoltito. Natasha era in vacanza, e anche Jake, il che mi fece sentire sollevata ma al tempo stesso un pochino contrariata per qualche ragione che non sapevo spiegare. Il tema della serata era "Se potessi tornare indietro", e questo diede il pretesto a William e Sunil di mettersi a canticchiare di tanto in tanto If I Could Turn Back Time di Cher per tutta la durata della riunione.
Jojo Moyes – Dopo di te (Io prima di te#2)

martedì 16 agosto 2016

Teaser Tuesday/97

Il Teaser Tuesday è stato inventato dal blog Should be reading (ora trasferito su A daily rhythm). Le regole sono le seguenti:
1. prendi il libro che stai leggendo
2. aprilo a una pagina a caso
3. copia uno spezzone della pagina (senza fare spoiler!), riportando anche titolo e autore.
Naturalmente potete scrivere nei commenti qui sotto il vostro teaser.

Ecco il teaser di questa settimana:
Fu allora che Miss Maple distribuì gli incarichi di sorveglianza. Sulla collina appostò Sir Ritchfield, che nonostante l’età aveva ancora occhi buoni. Da lì si poteva vedere fino a oltre le siepi, su fino alla strada asfaltata. Mopple the Whale non aveva occhi buoni, ma buona memoria. Fu perciò messo accanto a Ritchfield per memorizzare tutto quello che veniva visto dal primo. Heide e Cloud sorvegliavano il sentiero che attraversava il pascolo: Heide prese posto al cancello in direzione del villaggio, e Cloud nel punto in cui la strada scompariva in un avvallamento. Zora, una pecora dalla testa nera che non soffriva di vertigini, si mise su uno degli spuntoni di roccia della scogliera, da dove poteva tenere d’occhio la spiaggia.
Leonie Swann – Glennkill (Sheep detective story #1)

lunedì 15 agosto 2016

Abbasso la ciccia/10

Torno con "abbasso la ciccia" dopo molto tempo per raccontarvi come vanno le cose. Non mi sono arresa (ci mancherebbe altro), solo dall'ultimo post (questo) ero oscillata tra i 56 della foto e i 58-59, calando e crescendo, ma mai tornando a vedere il famigerato 60 (e ci mancherebbe altro). Sono lontani i tempi in cui la malefica bilancia mi segnava 65kg sbeffeggiandomi e costringendomi a strizzarmi nei vestiti e anche a vergognarmi. Sono finiti i tempi in cui mia madre mi diceva che ero grassa come un porcello. Sono finiti i tempi in cui compravo le braghe a gennaio e a marzo già mi andavano strette. FINITI.

Stamattina pesavo 53kg.

Sto camminando da nove giorni. Che sembrano niente, che saranno mai nove giorni dopo 26 anni passati seduta sopra al didietro a leggere, a "studiare", a giocare a Legend of Zelda davanti al computer. Invece, con mia grande sorpresa, peso esattamente come nove giorni fa, ma il girovita è già calato di due centimetri. Non ci credo neanche io.
All'inizio, quando pesavo i miei 65kg senza ritegno, pensavo che quando sarei arrivata a 55 sarei stata magra (il mio obiettivo era 52, ma ritenevo che dopo dieci chili mi sarei vista magra). Non magra tipo modella, tipo carestia, ma magra. Diciamo magra senza i rotolini di ciccia tipo salvagente che mi sbucano dai pantaloni. Diciamo magra senza le maglie che si appoggiano al grasso sopra al didietro. Non magra da contare le ossa, ecco. Diciamo "normale" (che certo, potremmo stare qui fino a domani a disquisire sul concetto di normalità, comunque avete capito cosa intendo).
Durante l'anno che ho passato all'asilo ho preso del peso, anche se non saprei dirvi quanto di preciso. Non ricordo quanto pesavo a settembre. Però a giugno, quando sono uscita da lì, ero sui 55-56 e i pantaloni comprati a gennaio tendevano ad andarmi larghi. Credo che il punto principale sia che mangiavo in velocità e che non c'era quasi mai la pasta (io vivrei di pasta) e molto poco pane. I giorni che per grazia di Dio sul menù non c'era qualche tipo di passato o di brodaglia o cose così, e ci mandavano la gloriosa pasta, la cuoca mi chiedeva sempre: "com'è?" (perché ero la prima tra le maestre a mangiare, mentre lei preparava i piatti sui tavoli dei bambini) e io: "è pasta". In quei giorni gloriosi, non mi facevo tanti problemi a entrare nella pentola.
Comunque, torniamo alla camminata. Sabato scorso stavo spettegolando con Davide su whatsapp, mentre nel frattempo pregavo che la batteria del telefono prendesse la carica (alla fine ho dovuto cambiarlo, e vi farò un post apposta, così potrete dirmi che avrei dovuto prendere un android e non un Lumia) e lui mi ha chiesto se mi andava di andare a camminare la domenica. Volevo tanto mandarlo in Cina (cit.), ma poi ho detto di sì. Il giorno dopo abbiamo camminato un'ora. Ridendo e scherzando, quando sono arrivata a casa non ero neanche tanto stanca, ma il giorno dopo le mie gambe e le mie chiappe (inspiegabilmente) stavano redigendo un contratto di divorzio (come spiegazione di questo, vale il discorso di prima sullo stare seduta tutto il tempo). Però non mi sono arresa (volevo, ma sapevo che la domenica dopo sarebbe stato un casino uguale, a camminare una sola volta alla settimana), così lunedì mi sono messa le scarpe e sono partita (mezz'ora però). E martedì. E mercoledì. E giovedì le gambe hanno capito che potevano anche stracciare il contratto. Insomma, oggi è il nono giorno di camminata (oggi un'ora, come la domenica). Venerdì ho anche comprato da Decathlon delle scarpe apposta (queste), che le Nike mi stavano strizzando il piede sinistro (quello destro no, mistero) e sono così belle e comode che mi viene quasi voglia di correre (no, non corro, quello non ce la posso fare senza una bombola di ossigeno). Ieri Davide ha addirittura detto che non mi stava dietro, e io ero tipo: "è tutto merito delle scarpe, non ne avverti il nero potere? (Oh, caspita, è nero forte!)". E la cosa migliore è che le ho pagate una scemenza (17,90€) e le ho scelte nel reparto bambini, che tanto arriva fino al 39 e io porto il 38 per cui sono a posto.

martedì 9 agosto 2016

Teaser Tuesday/96

Il Teaser Tuesday è stato inventato dal blog Should be reading (ora trasferito su A daily rhythm). Le regole sono le seguenti:
1. prendi il libro che stai leggendo
2. aprilo a una pagina a caso
3. copia uno spezzone della pagina (senza fare spoiler!), riportando anche titolo e autore.
Naturalmente potete scrivere nei commenti qui sotto il vostro teaser.

Ecco il teaser di questa settimana:
Mostrai a Hawkins il «soggetto» e gli diedi il numero del caso. Ascoltò impassibile. Tipico di Hawkins. Nessuna domanda, nessuna reazione. Nessun errore. Anche se non ha un comportamento gioviale, è di gran lunga e in assoluto il miglior tecnico di autopsia del posto. Ha raggiunto questa posizione decenni prima del mio arrivo.
Kathy Reichs – La verità delle ossa (Tempe Brennan #18)

martedì 2 agosto 2016

Teaser Tuesday/95

Il Teaser Tuesday è stato inventato dal blog Should be reading (ora trasferito su A daily rhythm). Le regole sono le seguenti:
1. prendi il libro che stai leggendo
2. aprilo a una pagina a caso
3. copia uno spezzone della pagina (senza fare spoiler!), riportando anche titolo e autore.
Naturalmente potete scrivere nei commenti qui sotto il vostro teaser.

Ecco il teaser di questa settimana:

La mattina del funerale fuori era buio pesto, ma i raggi lunari filtravano tra le nuvole e risplendevano attraverso la finestra spalancata. La mia camera era gelida, ma non mi importava. Nelle due notti dopo la morte di Macon, avevo lasciato la finestra aperta come se lui avesse potuto venire in camera mia per sedersi sulla sedia girevole e rimanere un po'.
Kami Garcia, Margaret Stohl - La diciassettesima luna (Caster chronicles #2)

lunedì 1 agosto 2016

Recensioni lampo (luglio)

Questo mese la situazione è molto magra, e francamente non mi spiego come mai, dato che ero a casa disoccupata. In verità, ero in montagna, ma ho sempre letto un po' anche se venivo fuori dai sentieri con le gambe che tipo "cosa? dobbiamo fare anche tre piani di scale per arrivare in cima? ma tu scherzi, tesoro, noi ce ne andiamo in un altro corpo" e la sera strisciavo fino al letto.
Attenzione: possibili anticipazioni sulle trame.
Jonathan Stroud - Il teschio parlante (Lockwood & co. #2) êêêêê 
Teaser tuesday qui.
Anthony Lockwood ♥
Rick Riordan - La spada del guerriero (Magnus Chase e gli dei di Asgard #1) êêêê 
Sulla falsariga delle altre due serie, ma abbastanza bene.
Però francamente, zio Rick, non è meglio se lasci da parte i vecchi personaggi? Cioè, non so se l'avete intuito, ma Magnus è il famoso cugino di Annabeth.
Cassandra Clare - Signora della mezzanotte (Shadowhunters - Dark artifices #1) êêê 
Teaser tuesday qui.
Emma Carstairs, che cavolo combini?
Le storie degli Shadowhunters si somigliano un po' tutte, è vero, ma stavolta le cose sono sfuggite un po’ di mano. Io ho capito che deve essere una trilogia o che ne so, ma non è che se Emma fa la scema allora tutti ci precipitiamo a leggere i prossimi. Io personalmente più che leggere i prossimi, entrerei nel libro e la prenderei a schiaffoni.
Per la prima metà del libro è tutto un raccontarci di quanto siano belli e dorati i capelli di Emma, di quanto i suoi occhi e di quanto Julian e di quanto aah, si salterebbero addosso ma sono parabatai e fanno finta di niente e dopo un po’ mi stavano cadendo le braccia. Poi, quando finalmente decidono che 'fanculo la legge, quando spero che finalmente si vada vanti col resto della storia e basta con questo vorrei ma non posto (lo so che ho scritto “posto”, sto pensando alla canzone), Emma fa un passo avanti e tre indietro. Cioè, alla fine l’avrei uccisa con le mie mani. Ma si può essere così indietro? Digli: "Julian, ti amo da impazzire ma Jem mi ha detto così e così, che si fa?", non "Julian, non possiamo stare insieme". Cioè, uno che gli dici così, non è che smette di amarti. E poi siete sempre tra i piedi, non è che improvvisamente non vi vedete più. Non so la zia Cassandra dove le tira fuori certe stupidaggini.
Il resto della vicenda, tralasciato il miele e le cose di cui sopra, è abbastanza bene. Magari tagliando un centocinquanta pagine di occhi e capelli poteva prendere una stella in più.

Jenny Han - P.S. ti amo ancora (To all the boys I've loved before #2) êêêê
Teaser tuesday qui.
Non lo so, ero curiosa di leggere questo perché il primo mi aveva lasciata con la voglia di sapere come sarebbe andata con Peter, però la situazione è sempre la stessa, Genevieve in mezzo ai piedi e tutto il resto (personalmente trovo che la vicenda di Genevieve avrebbe potuto essere interessante, se lei avesse voluto farsi aiutare, ma siccome lei passa il tempo a comportarsi male con Lara Jean, allora fottiti). A questo punto immagino che ce ne sarà un terzo che parlerà di John Ambrose McClaren III (ma si può mettere a un figlio un nome così?).

martedì 26 luglio 2016

Teaser Tuesday/94

Il Teaser Tuesday è stato inventato dal blog Should be reading (ora trasferito su A daily rhythm). Le regole sono le seguenti:
1. prendi il libro che stai leggendo
2. aprilo a una pagina a caso
3. copia uno spezzone della pagina (senza fare spoiler!), riportando anche titolo e autore.
Naturalmente potete scrivere nei commenti qui sotto il vostro teaser.

Ecco il teaser di questa settimana:
Kitty non fa che lamentarsi da quando si è svegliata, e sospetto che Margot e papà soffrano dei postumi della sbornia di Capodanno. E io? Ho gli occhi a cuoricino e una lettera che brucia nella tasca del cappotto.
Jenny Han - P.S. ti amo ancora (To all the boys I've loved before #2)

domenica 24 luglio 2016

Mi viene da vomitare

No, tranqui, si parla di vomito figurato, non sto vomitando davvero.
Mi viene da vomitare:
OGNI VOLTA CHE DEVO METTERE MANO AL CURRICULUM, perché non so cosa cazzo scriverci, le competenze e le balle varie, che la verità è che ho lavorato un anno e praticamente non so fare niente più di prima (a parte forse cambiare le mutande con dentro la emme a un bambino con la emme spalmata fino alle caviglie. Ma probabilmente lo sapevo fare anche prima, in linea teorica, e comunque non è una cosa che si scrive nel curriculum)
OGNI VOLTA CHE DEVO ANDARE SU INTERNET CON LA CONNESSIONE DIMMERDA, che sarebbe a dire sempre, quando sono col computer. Non che il cellulare sia molto meglio, è più veloce ma certe pagine si incasinano e non si riesce a fare niente. Bisogna davvero che parlo con mio padre e che troviamo una soluzione (io ce l’avrei, ma è lui che tiene il conto in banca)
OGNI VOLTA CHE DEVO ANDARE SU INTERNET ALLA RICERCA DI UN CAZZO DI LAVORO E CHE DEVO CARICARE IL CAZZO DI CURRICULUM SU UN CAZZO DI SITO CHE NON FUNZIONA E CHE TANTO AVETE POCO DA SCRIVERE “LAVORA CON NOI!” CHE DI TUTTI I SITI SOLO UNO INSISTE A MANDARMI OFFERTE (in cui si chiede livello madrelingua di russo e/o cinese, a seconda dell’offerta, ma almeno loro mi cagano) E TUTTI GLI ALTRI SE NE SBATTONO ALTAMENTE, COSÌ COME QUANDO VADO DI PERSONA E TUTTO IL RESTO.
Stasera la situazione è un po' schifosa, ma mi passerà. Forse.
Edit: e dimenticavo, mi viene da vomitare anche ogni volta che la gente, pensando che io non abbia un cervello che lavora, mi chiede: "hai provato da Feltrinelli [o inserire altra libreria] o da Gamestop?" CERTO CHE HO PROVATO, NON SIATE RIDICOLI COME GOODREADS CHE NEL POLL MI CHIEDE QUALE SCUOLA DEI LIBRI VORREI FREQUENTARE E POI MI METTE ANCHE ALTRE OPZIONI OLTRE A HOGWARTS.

martedì 19 luglio 2016

Teaser Tuesday/93

Il Teaser Tuesday è stato inventato dal blog Should be reading (ora trasferito su A daily rhythm). Le regole sono le seguenti:
1. prendi il libro che stai leggendo
2. aprilo a una pagina a caso
3. copia uno spezzone della pagina (senza fare spoiler!), riportando anche titolo e autore.
Naturalmente potete scrivere nei commenti qui sotto il vostro teaser.

Ecco il teaser di questa settimana:
Fare il Sommo Stregone doveva rendere bene, pensò Emma, cosa che del resto pensava ogni volta che entrava in casa di Malcom Fade: sembrava un castello.Malcom viveva più in collina rispetto all'Istituto, oltre Kanan Dume Road. Era un punto dove la costa, striata di piante, si elevava parecchio. La casa dello stregone era avvolta da incantesimi, e i mondani non potevano vederla. Se stavi guidando, come Emma in quel momento, dovevi concentrarti su un punto fra due rilievi, e solo allora vedevi comparire un ponte d’argento che si inerpicava su per le colline.

Cassandra Clare – Signora della mezzanotte (Shadowhunters dark artifices #1)

martedì 5 luglio 2016

Teaser Tuesday/92

Il Teaser Tuesday è stato inventato dal blog Should be reading (ora trasferito su A daily rhythm). Le regole sono le seguenti:
1. prendi il libro che stai leggendo
2. aprilo a una pagina a caso
3. copia uno spezzone della pagina (senza fare spoiler!), riportando anche titolo e autore.
Naturalmente potete scrivere nei commenti qui sotto il vostro teaser.

Ecco il teaser di questa settimana:
Anthony Lockwood era un'altra faccenda. Aveva pochi interessi al di fuori del lavoro. Nelle nostre rare giornate libere se ne restava a letto fino a tardi, a sfogliare i giornali o rileggere romanzi che stavano sugli scaffali sparsi per la casa. Alla fine li buttava via, faceva qualche nervoso esercizio di scherma, poi cominciava a prepararsi per il prossimo incarico. Nient'altro sembrava interessarlo. Non parlava mai dei vecchi casi. C'era qualcosa che lo spingeva sempre in avanti. A volte dietro la sua cortesia esteriore si intravedeva l'aspetto quasi ossessivo della sua energia. Ma non lasciava mai capire cosa lo spingesse a fare così e io non potevo fare altro che speculare.
Jonathan Stroud – Il teschio parlante (Lockwood & Co. #2)

venerdì 1 luglio 2016

Recensioni lampo (giugno)

Vi saluto dall'alto del mio primo giorno da disoccupata, e beccatevi le recensioni di questo mese. Ci ho messo tipo un'ora per aprire blogger perché la connessione dimmerda è dimmerda come dice il nome, e l'aggiornamento dell'archivio dell'antivirus si porta via tutta la banda (e poi neanche si aggiorna, lo odio).
Attenzione: possibili anticipazioni sulle trame.
Alice Basso - Scrivere è un mestiere pericoloso (Vani Sarca #2) êêêê 
Leggere di Vani Sarca, invece, è un mestiere delizioso. Alice Basso mi fa morire, e adoro come annoda i suoi fili per farti cadere dal pero quando tutto si risolve.
Teaser tuesday qui.
Cassandra Clare, Maureen Johnson - La prova del fuoco (Cronache dell'Accademia Shadowhunters #8) êêê 
Vedi sotto
Cassandra Clare, Sarah Rees Brennan - Nascono alcuni ad infinita notte (Cronache dell'Accademia Shadowhunters #9) êêê 
Vedi sotto 
Cassandra Clare, Robin Wasserman - Angeli che due volte discesero (Cronache dell'Accademia Shadowhunters #10) êêê 
Finalmente sono finiti. Dieci storielle che se scriveva un libro intero era molto me- ah, giusto, meno soldi.
Tutte carine, nessuna speciale.
Robert Galbraith - La via del male (Cormoran Strike #3) êêêêê 
♥ la zia Rowling
Stavolta a dirla tutta ha allungato un po' il brodo, un centinaio di pagine si potevano anche tagliare, e l'assassino, quando parla nei suoi capitoli, è forse eccessivamente psicopatico, ma fa niente.
Odio la Salani che ci ha messo una vita per tradurlo.
James Lecesne - Trevor êêêê 
La storia è carina, ma in cento pagine non è che si sia potuto fare molto. In più, mi ha dato l'impressione che più che una cosa lineare sia un mucchietto di eventi messi in fila. Alcuni hanno un collegamento con i seguenti, altri non tanto.
Quattro stelle solo perché "non sei sbagliato, sei come sei".
Gabrielle Zevin - L'altra metà del mondo êê 
No. Troppe Margaret Towne, e anche il narratore mi è sembrato alquanto deficiente.
All'inizio pensavo che c'entrasse con La misura della felicità (per via della copertina simile), ma poi ho scoperto che era già stato stampato con un altro titolo e hanno solo colto l'occasione per propinarcelo di nuovo. Rimane una ciofeca.
Charlie N. Holmberg - Glass magician (Paper magician #2) êêêê 
Resto in attesa del terzo, e vorrei sperare che Ceony la smetta di cacciarsi nei guai (di andare a cercare i guai, se vogliamo essere precisi).
Fausto Brizzi - Ho sposato una vegana êêê 
Una pazza hai sposato, altroché. Io non potrei vivere con una persona del genere, capisco che la ami ma non credo che neanche quello sia abbastanza per farti trattare così.
Tre stelle scarse: lo stile è simpatico, il contenuto mi ha fatto venire voglia di prendere la tipa a schiaffoni.

sabato 25 giugno 2016

Il dente del giudizio, Big hero 6 e altre notizie

Alla fine ieri mattina sono andata a togliermi il malefico dente del giudizio. Considerate tutte le cose tremende che avevo sentito in proposito, non è andata neanche tanto male. Ovviamente durante non si sente niente, non so come mai la gente dice che fa male, io avevo l’anestesia tipo fino all'occhio, e contate che stava lavorando su un dente di sotto. A un certo momento ho sentito un "crock" sospetto, ma sapevo che il dente era danneggiato e avevo messo in conto che avrebbe potuto rompersi. In realtà deve essersi solo sgretolato un po', perché poi l'ho visto ed è quasi intero. L’assistente mi ha chiesto se volevo portarmelo a casa e me l’ha incartato. Vi risparmio la foto xD
Adesso ho la faccia un po' gonfia e naturalmente vado di budini, yogurt e passati di verdura freddi (magari perderò un paio di chili, non sarebbe male), però non mi fa tanto male. Ho parlato con gente che dopo una settimana si stava ancora imbottendo di antidolorifici, io ho ne ho preso uno ieri quando è finita l'anestesia e uno stanotte perché a stare distesa mi pulsava la faccia, ma non è che sia insopportabile. Cioè, quando il dente era al suo posto, mi faceva molto più male.

Mi mancano quattro giorni effettivi di servizio civile, dopodiché la disoccupazione incombe. L'altro giorno parlavo con una tipa che mi fa: "eh, ma non è vero che non c'è lavoro, è che cercano gente che sappia fare certe cose", e io tipo: "il problema è che io non le so fare. Non so guidare il muletto, non ho almeno 10 anni di esperienza nel settore, non ho neanche idea di cosa parlino nei loro annunci", che come risposta sembra un po' cattiva ma è semplicemente la verità. Boh, qualcosa salterà fuori.

Ieri sera (per distrarmi, e mentre aspettavo che l'antivirus scaricasse gli aggiornamenti arretrati, ora che sono di nuovo con la connessione dimmerda) ho visto l'ultima parte di Big hero 6 (io di solito non guardo i film a pezzi, ma l'altro giorno avevo dovuto stopparlo perché dovevo uscire). Non è niente di che, secondo il mio modesto parere. Confrontato con i film Disney degli ultimi anni, l'ho trovato migliore di Frozen, ma credo che Ralph spaccatutto (recensione qui) sia al di sopra. Non fraintendetemi, è carino, ma l'unico momento in cui davvero mi sono commossa è stata la penultima scena, quando Hiro apre il pugno di Baymax (non dirò altro, per non spoilerare. Chi l'ha visto, sa cosa succede). Baymax come personaggio è carino (bah la-la-la-la!), ma i ragazzi e la storia non è che siano un capolavoro. La morte di Tadashi (non credo sia spoiler) è un po' triste, ma dopo quella di Mufasa niente può più turbarmi (no, non è vero. però fondamentalmente non si vede niente, solo l'esplosione. Volete mettere Mufasa che vola giù dalla rupe e la faccia di Simba quando va a cercare di svegliarlo? Cioè, mi viene da piangere solo a scriverlo). Guardatelo pure, ma francamente io mi aspettavo di più (anzi, no, probabilmente mi ero già fatta un'idea).

sabato 4 giugno 2016

Recensioni lampo (maggio)

Argh, è il quattro giugno. Poffare, poffarissimo, è tardi, è tardi, è tardi.
Comunque, ragazzi, mi mancano 18 giorni di servizio (sarebbero 19 ma un giorno devo andare a togliermi il famigerato dente del giudizio, speriamo bene), dopodiché sarò felicemente disoccupata e potrò leggere di più, immagino.
Attenzione: possibili anticipazioni sulle trame.
Ransom Riggs - Hollow city - Il ritorno dei bambini speciali di Miss Peregrine (Miss Peregrine #2) êêêêê 
Forse un pochino al di sotto del primo, ma niente male. Adesso spero che traducano velocemente il terzo.
Alexander McCall Smith - Il club dei filosofi dilettanti (Isabel Dalhousie #1) êê
Una palla pazzesca. Va bene che si chiama il club dei FILOSOFI dilettanti, ma un po' di filosofia l'avrei tagliata volentieri. A dirla tutta, tra l'altro, sto club di filosofi non si vede mai. Cioè, si parla del fatto che si dovrebbero riunire, ma per tutto il libro non si incontrano mai. Non si sa neanche chi ci fa parte, a parte Isabel qua, che mamma mia, non la sopporto proprio. Credo che Alexander McCall Smith abbia chiuso con me.
Teaser tuesday qui.
Philip K. Dick - Ma gli androidi sognano pecore elettriche? êêê 
Credo che non dovrei leggere la fantascienza se poi ogni volta mi lascia un po' così. Questo è il libro da cui è stato tratto (molto liberamente, a quanto pare) Blade runner, che io ovviamente non ho visto. La storia non mi è dispiaciuta, anche considerato che praticamente si svolge in un solo giorno, però è un po' caotica, tutti gli androidi e i test e questo genere di cose qua. Cioè, per ammazzare un androide ("ritirare") devi prima fargli un test per sapere se è un'androide? Buonanotte. Fuori il laser e fettine di androide, altroché.
Teaser tuesday qui.
Jeff Bartsch - Due verticale êêê 
Poteva essere un gran bel libro, ma i due che si rincorrono e si mandano a quel paese e poi si ritrovano e fanno finta di non conoscersi e si lanciano frecciatine dai cruciverba dei principali quotidiani... no.
Teaser tuesday qui.
Andrea Vitali - La verità della suora storta êêêê 
Carino, e poi (lo sapete) a me Vitali piace, perciò...
Però gli anni settanta non sono bene come gli anni trenta.

martedì 31 maggio 2016

Teaser Tuesday/91

Il Teaser Tuesday è stato inventato dal blog Should be reading (ora trasferito su A daily rhythm). Le regole sono le seguenti:
1. prendi il libro che stai leggendo
2. aprilo a una pagina a caso
3. copia uno spezzone della pagina (senza fare spoiler!), riportando anche titolo e autore.
Naturalmente potete scrivere nei commenti qui sotto il vostro teaser.

Ecco il teaser di questa settimana:
Ho scoperto che il peso specifico della carta è di circa 10.000 N/m3.
Un po’ più della cenere e della cera d’api. Un po’ meno del latte, nettamente meno del sale e anche del talco. Più o meno quanto il ghiaccio. Un po’ di più del toluolo, che non ho idea di cosa sia (un «liquido volatile», dice Wikipedia, quindi tanto pesante non sembra).
Se ne evince che tecnicamente – tecnicamente– la carta parrebbe essere piuttosto leggera.
Ora ditemi voi se non è una cazzata questa.
Alice Basso – Scrivere è un mestiere pericoloso (Vani Sarca #2)

martedì 24 maggio 2016

Teaser Tuesday/90

Il Teaser Tuesday è stato inventato dal blog Should be reading (ora trasferito su A daily rhythm). Le regole sono le seguenti:
1. prendi il libro che stai leggendo
2. aprilo a una pagina a caso
3. copia uno spezzone della pagina (senza fare spoiler!), riportando anche titolo e autore.
Naturalmente potete scrivere nei commenti qui sotto il vostro teaser.

Ecco il teaser di questa settimana:
Quando finì di annotare le definizioni, infilò un foglio nella macchina per scrivere e dattilografò il cruciverba. Poi, con un righello e una penna nera, aggiunse le righe della griglia. Ora, con le parole crociate in bella copia, aprì un altro cassetto e prese il blocco A4, che ancora una volta gli fece abbozzare un rapido sorrisetto all'angolo della bocca: era la sua soluzione a quello che lui chiamava «Problema Università».
Jeff Bartsh – Due verticale

martedì 17 maggio 2016

Teaser Tuesday/89

Il Teaser Tuesday è stato inventato dal blog Should be reading (ora trasferito su A daily rhythm). Le regole sono le seguenti:
1. prendi il libro che stai leggendo
2. aprilo a una pagina a caso
3. copia uno spezzone della pagina (senza fare spoiler!), riportando anche titolo e autore.
Naturalmente potete scrivere nei commenti qui sotto il vostro teaser.

Ecco il teaser di questa settimana:
Mentre si recava al lavoro Rick Deckard, come dio solo sa quanta altra gente, indugiò davanti alla vetrina di uno dei più grandi negozi di animali, nella via di San Francisco in cui erano concentrati. Al centro della vetrina che si estendeva per un intero isolato, uno struzzo, in una gabbia riscaldata di plastica trasparente, ricambiava il suo sguardo. L’uccello, secondo la targhetta sulla gabbia, era appena arrivato da uno zoo di Cleveland. Si trattava dell’unico struzzo della costa occidentale. Dopo averlo fissato per un po’, Rick passò qualche altro minuto a guardare torvo il cartellino del prezzo. Poi continuò verso il Palazzo di Giustizia di Lombard Street e arrivò al lavoro con quasi un quarto d’ora di ritardo.
Philip K. Dick – Ma gli androidi sognano pecore elettriche? (Blade runner)